associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Curzi: qualcuno vorrebbe che la Rai si dissolvesse
  Grazie a don Ciotti per lanciare dalla televisione pubblica la campagna per ricordare le vittime delle mafie
   
 
 
  La Rai vive un momento difficile. Lo rileva il consigliere di amministrazione Sandro Curzi partecipando alla conferenza stampa di presentazione della XII giornata della memoria dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie, organizzata dall'associazione Libera. «La Rai è sottoposta a cose strane, c'è chi vorrebbe che si dissolvesse, che non ci fosse più, forse perché con tutte le cose che pur non siamo riusciti a fare diamo ancora segni di vita, e questo evidentemente dà fastidio a poteri diversi, palesi e occulti». Curzi ha ringraziato don Luigi Ciotti di utilizzare la Rai per «lanciare questa bellissima campagna» perché «se riuscissimo a realizzare la diretta sarà un altro passetto avanti verso quello che tutti noi la Rai diventi: un vero servizio
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Bilateral tadalafil 20 mg co-operative character, tadalafil 20 mg countries wiping his [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login