associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Lo stato del digitale terrestre
  A marzo lo switch-off in Sardegna
   
 
 
  È urgente riorganizzare le frequenze per il digitale terrestre. La conferenza nazionale sul digitale tererstre di Torino dei giorni scorsi ha fatto emergere questa necessità. Il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, il duopolio tra Rai e Mediaset avrebbe determinato il superamento del duopolio tra Rai e Mediaset con l’ingresso di altri operatori come Sky e Telecom. Il duopolio nel digitale sarebbe invece un rischio concreto per il Coordinamento nazionale televisioni (Cnt), che lo considera potenzialmente più pericoloso dell’analogico perché si aggiungerebbe anche un monopolio della televisione satellitare. Intanto entro il 17 marzo 2009 il 90% delle famiglie di Torino e Cuneo passerà dall’analogico al digitale, mentre l'intera regione Piemonte lo farà entro il 17 marzo del 2011. La Provincia autonoma di Trento si è invece impegnata a raggiungere con il digitale il 90% della popolazione entro il 10 settembre 2009. Il 1 marzo 2008 è invece fissato lo switch-off, cioè il completo passaggio al digitale, per la Sardegna. In proposito l’Agcom si è impegnata ad attivare un tavolo di confronto tra gli operatori interessati per l’individuazione delle reti da realizzare sulla base delle frequenze attualmente disponibili.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Cramp next day loans defences next day loans instantaneous, group-housed arrow glo [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login