associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Processo in tv: no dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni
  Sanzionato «Annozero» di Michele Santoro
   
 
 
  No ai processi in tv o impropriamente trasferiti dalle aule di giustizia al piccolo schermo. Lo ha deciso l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni comminando un richiamo alla Rai per il programma «Annozero», nel quale sarebbe stato violato il pluralismo. «In Tv il processo, lo pseudo processo o la mimesi del processo non si possono fare. L'informazione deve essere equilibrata, obiettiva e deve garantire il contraddittorio senza anticipare giudizi su questioni ancora subiudice» ha rilevato il presidente, Corrado Calabrò. Inoltre: «Ciò non vuol dire porre limiti alla libertà di informazione. Ma l'informazione non può diventare gogna mediatica né spettacolarizzazione ispirata più all'amore per l'audience che all'amore per la verità». «Si tratta di una censura pubblica, generica ed immotivata, quanto profondamente ingiusta» replica Santoro. «Questo modo di agire non sembra conforme alle regole di correttezza cui il presidente ritiene di poter fare riferimento. Ribadisco di non aver violato alcuna regola».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Caution salbutamol inhaler buy online insertions, ellipse, good, roles; vent [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login