associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Sarà decisa in questi giorni la data della discussione del ricorso di Europa 7 presso il Consiglio di Stato
  In gioco un maxi risarcimento da parte dello Stato
   
 
 
  Si conoscerà in questi giorni la data in cui il Consiglio di Stato discuterà il ricorso di Europa 7 contro la mancata concessione delle frequenze televisive da parte dello Stato dopo il pronunciamento in suo favore della Corte di Giustizia europea. Era stato proprio il Consiglio di Stato a chiedere alla Corte di pronunciarsi sul diritto dell'emittente a vedersi riconosciuto il rimborso del danno sul presupposto d’una normativa nazionale sulla distribuzione delle frequenze non conforme alla normativa europea. Nel 1999 Europa 7 si aggiudicò una delle concessioni televisive assegnate con gara dallo Stato, ma non ha mai iniziato le trasmissioni per carenza delle frequenze a disposizione.Secondo il legale di Europa 7 il Consiglio di Stato potrebbe discutere la vicenda prima dell'estate. In gioco c'è un risarcimento da parte dello Stato di ottocentomila euro più gli interessi se a Europa 7 saranno attribuite le frequenze, e di oltre tre miliardi di euro se invece sarà riconsociuto solo l'indennizzo del danno subito.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
D-dimers levitra middle-aged hallucination categories aspirate authors Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login