associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Roberto Natale (Fnsi): «No ai processi spettacolo in televisione»
  Appello all'autoregolamentazione
   
 
 
  Roberto Natale, presidente della Federazione nazionale della stampa Fnsi), lancia un appello contro la spettacolarizzazione dei processi in televisione. «Le tv generaliste, ma in particolare la Rai, devono darsi una regolata nella spettacolarizzazione dei processi giudiziari» dichiara. Inoltre: «La responsabilità è specificatamente delle tv che, pur nella loro indiscutibile autonomia, dovrebbero porsi il problema del trattamento delle vicende giudiziarie. Penso soprattutto ai programmi di rete ancora accampati a Gravina o davanti al tribunale di Como per seguire il processo di Erba. Rivolgo quindi un appello all'autonoma autoregolamentazione, a tutte le tv generaliste, ma in particolare ai canali del servizio pubblico. In questo periodo stiamo attenti ai tempi, ai minuti e alle competizioni della campagna elettorale. Ma non sarà il caso di chiedersi quante decine di ore saranno state dedicate al processo di Cogne? Le tv devono provare a fare un passo avanti». Il presidente della Fnsi ha ricordato che l’ultimo congresso del sindacato dei giornalisti ha approvato una mozione affinjché i dati di ascolto non divengano la ragione per cui si privilegiano argomenti di cronaca nera: «Abbiamo proposto una moratoria dei dati di ascolto dei telegiornali composti minuto per minuto, per fare spazio piuttosto ai dati medi dei notiziari considerati nella loro complessità. In questo modo si toglierebbe dalle mani degli editori l'arma impropria dell'Auditel».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Caution salbutamol inhaler buy online insertions, ellipse, good, roles; vent [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login