associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Digitale in Sardegna: le perplessità di Retecapri
  Possibili delle anomalie nell'assegnazione delle frequenze
   
 
 
  Retecapri ha manifestato al Ministero delle Comunicazioni, al Comitato Italia Digitale e all’Agcom una comunicazione dubbi e perplessità riguardo a possibili gravi anomalie nell’assegnazione delle frequenze digitali in Sardegna. Si contesta il fatto l’assegnazione a Retecapri, contrariamente a quanto stabilito con il Comitato Nazionale Italia Digitale (Cnid), «non sarebbe stata ancora indicata perché non è stata richiesta all’emittente la sua indicazione per la frequenza più idonea alle proprie esigenze e più funzionale alla transizione al digitale terrestre». La seconda perplessità per Retecapri è «l’incredibile ipotesi di assegnazione di un secondo mux ad altra emittente che nel corso dei lavori del Cnid stesso per la regione Sardegna non è stato minimamente preso in esame e senza che tale ipotesi fosse mai stata esplicitata o formalizzata». Retecapri attende una smentita su questa ipotesi, evidenziando:«Laddove la mera presenza di canali ridondanti o provenienti da rete analogica possano legittimare la richiesta di un secondo mux, fin d’ora anche Retecapri ne richiede l’assegnazione avendo i requisiti e trovandosi nelle stesse condizioni».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Let's cheap viagra cortisol augment years; deny anti-inflammatory Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login