associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
In gara l'assegnazione delle frequenze televisive
  L'apertura delle buste avverrà il 6 maggio
   
 
 
  È stata rinviata al 6 maggio l'apertura delle buste con le offerte presentate al Ministero delle Comunicazioni per la gara per l'assegnazione di frequenze televisive. Il rinvio è legato al ricorso presentato in materia da Europa Tv. La procedura di gara è quella preannunciata dal Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni. In lizza ci sono 108 impianti frequenza. Non tutti, però, risultano assegnati in base alle offerte economiche. Il pacchetto è infatti composto sia da frequenze ufficialmente assegnate all'Italia dalla Conferenza di Ginevra sia di frequenze che devono essere coordinate a livello internazionale. Le prime andranno in asta, mentre le seconde saranno assegnate secondo il miglior incremento di copertura realizzato dagli operatori in lizza. Dalla procedura sono escluse Rai e Mediaset perché le frequenze sono destinate a emittenti nazionali che devono ancora coprire l'80% del territorio nazionale e tutti i capoluoghi di provincia, come prevede il Testo Unico della televisione. È la prima assegnazione di frequenze televisive in Italia con una procedura d'asta. Finora il possesso delle frequenze era scaturito o da una acquisizione a titolo originario oppure derivativo tra operatori.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Patients cash loan bad credit pemphigus, profession behalf intrusion check int [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login