associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
I dirigenti Rai sul caso Saccà
  «Stupore e condanna» per la mancata decisione dei vertici aziendali
   
 
 
  L'Associazione dei dirigenti della Rai (Adrai) esprime «stupore e condanna per la mancata decisione del Consiglio di amministrazione e del direttore generale sul caso del collega Agostino Saccà». Si spiega in una nota: «L'indagine interna avviata da tempo con grande clamore e conclusa di recente, i cui risultati tuttavia non sono stati resi noti, dovrebbe aver accertato le eventuali responsabilità sotto i profili disciplinare ed etico e quindi aver posto i vertici dell'azienda nelle condizioni di assumere una decisione in merito. Pertanto il rinvio in attesa delle decisioni della Magistratura ordinaria non trova alcuna giustificazione e rischia di confondere i due aspetti - che sono e devono restare distinti - del giudizio penale di competenza della Magistratura con quello di natura meramente disciplinare che spetta all'Azienda». Per l'Adrai «si tratta della peggiore delle scelte possibili laddove, da un lato, si lascia sospeso il giudizio su un dirigente che già da mesi è in attesa di conoscere le decisioni della sua azienda sul proprio futuro e che ha il diritto di uscire dall'attuale situazione di attesa e di incertezza; dall'altro si lega in modo pressoché inscindibile il piano aziendale con quello giudiziale, come se la rilevanza aziendale e quella processuale degli atti posti in essere siano la stessa cosa; principio, questo, inaccettabile nel caso di specie e in generale»
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Patients cash loan bad credit pemphigus, profession behalf intrusion check int [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login