associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Il governo deve decidere sull'assegnazione a Europa 7 delle frequenze analogiche
  Lo ha deciso il Consiglio di Stato richiamandosi alla sentenza della Corte di Giustizia europea del 31 gennaio scorso
   
 
 
  Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso in appello proposto da Rti Spa (Mediaset) contro Centro Europa 7 nel quale si chiedeva di annullare la sentenza del Tar del Lazio del settembre 2004. I giudici ritengono «la persistenza del dovere del Ministero di rideterminarsi motivamente sull'istanza di Centro Europa 7 per l'attribuzione delle frequenze». Tocca quindi al governo decidere sull'istanza di Europa 7 per l'assegnazione delle frequenze televisive nazionali analogiche. Il Consiglio di Stato si richiama alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea del 31 gennaio scorso. Essa aveva stabilito che le norme italiane sulle frequenze non rispettano le direttive comunitarie né il principio della libera prestazione dei servizi, e non seguono criteri di selezione obiettivi. In definitiva, il sistema televisivo italiano limita la concorrenza, e il lungo periodo transitorio del quale ha beneficiato Rete 4 è da ritenersi illegittimo.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
To buy amoxicillin 500mg suppressor amoxicillin 500mg capsules leak; tenes [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login