associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Mediaset: assegnare il digitale non darà i problemi dell'analogico
  Parere contrario del Cnt. Il Caso Retecapri
   
 
 
  Gina Nieri, consigliere di amministrazione di Mediaset, sostiene che l'assegnazione delle frequenze digitali entro il 2012 non comporterà gli stessi problemi che seguirono all'assegnazione delle frequenze analogiche. «In Italia il primo test sta avvenendo in Sardegna, dove il principio europeo che prevede procedure trasparenti e non discriminatorie è stato pienamente attuato da Agcom e Ministero: 27 sono i mutiplex a disposizione, di cui due verranno assegnati ai nuovi soggetti entranti nel mercato». Parere nettamente opposto del Coordinamento nazionale televisioni, che evidenzia invece il timore di ripercorrere le stesse vie anticoncorrenziali come è avvenuto nell’analogico. Si legge nel bollettino del Cnt: «Un esempio ci viene dell’emittente nazionale indipendente Retecapri, che ha impugnato i provvedimenti finora adottati dal Ministero proprio riguardo alla distribuzione delle frequenze digitali in Sardegna. Retecapri, oltre a ricorrere alla Giustizia amministrativa, Tar e Consiglio di Stato, intende rivolgersi agli organismi di garanzia Agcom e Antitrust ma anche alla Magistratura ordinaria per i danni e alla Magistratura penale per eventuali profili di illiceità nella assegnazione delle frequenze in Sardegna. Retecapri intende rivolgersi anche alla Corte di Giustizia Europea, riaprendo tutte le problematiche sul mancato rispetto delle direttive comunitarie in materia di radiotelevisione».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Only cialis cost questions striking environments, decimal card, Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login