associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Il Cnt segue con attenzione l'assegnazione dei canali a Rete A
  Battaglia sul digitale in Sardegna
   
 
 
  Il Coordinamento Nazionale Televisioni (Cnt) sta sollecitando i legali a cui ha dato incarico di seguire lo scandalo Rete A per l’assegnazione dei canali per la transizione al digitale in Sardegna. Intende inoltre avviare una specifica procedura di denuncia anche presso l’Unione Europea. Secondo notizie da confermare, Rete A avrebbe preteso l’assegnazione di due frequenze, cioè di due reti digitali per la Sardegna. «Se dovesse rispondere al vero è indubbio che l’iniziativa del Cnt porterà all’interessamento del giudice penale sulla vicenda» si legge sul bollettino del Cn t. La prima emittente a ricorrere è stata Retecapri, che non ha ancora ricevuto la comunicazione della frequenza assegnata. Il Comitato Nazionale Italia Digitale (Cnid), costituito dal Ministero delle Comunicazioni e dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, aveva stabilito il principio che la prima rete assegnata a tutti gli operatori esistenti dovesse garantire la copertura di almeno l’80%. Retecapri quindi esige il rispetto di questo principio e solo sul suo secondo mux potrebbe accettare, in condizioni di accertata indisponibilità, l’assegnazione di una frequenza di copertura inferiore.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Stress, prednisone no prescription believes stressful thinning prednisone no [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login