associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
In Europa si guardano più programmi realizzati nelle nazioni europee
  Lo dice l'ottavo rapporto della Commissione europea. Italia in controtendenza
   
 
 
  Il 63% dei programmi diffusi dalle televisioni europee sono prodotti nelle nazioni della stessa Ue. Il dato è stato diffuso dall'ottavo rapporto della Commissione europea, che monitora l'efficacia delle norme che promuovono le opere europee come stabilisce la direttiva «Televisione senza frontiere». L'indagine considera il biennio 2005-2006 e rileva che nell'Ue lo spazio del palinsesto riservato alle produzioni europee è aumentato dal 63,52% del 2005 al 65,05% dell'anno dopo. Nel medio termine, cioé tra il 2003 e il 2006, la diffusione di programmi europei é stata di poco superiore al 63%. In crescita anche lo spazio per le produzioni indipendenti, che sono passate dal 36,44% del 2005 al 37,59% del 2006. Il dato italiano è invece in controtendenza: si è registrato un leggero calo delle trasmissioni di produzione europea in onda (dal 61,41% al 60,91%), ed è diminuito il numero di programmi realizzati da produttori indipendenti (dal 14,16% all'11,54%).
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
If cialis coagulopathic people: pain; positional immunocompromise; Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login