associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Lo stato del digitale
  Ritardi in Europa per la scadenza del 2012
   
 
 
  Dal 3 aprile i centri commerciali e i negozi di elettronica di consumo vendono soltanto televisori con il decoder digitale terrestre integrato. Il provvedimento è inserito nel decreto legge 159 dell’ottobre 2007. Il Governo prevede, il 20 maggio, l’accensione del digitale terrestre nelle province piemontesi di Torino e Cuneo. Il 16 giugno sarà il Lazio a passare al digitale, tranne la provincia di Viterbo: Roma sarà la prima grande capitale europea a passare interamente alla nuova tecnologia. Il 10 settembre, infine, avverrà Campania. In ogni caso, lo switch off si sta rivelando più problematico del previsto in Europa e sarà molto difficile rispettare la scadenza del 2012. Il mese scorso a Bruxelles i dirigenti dell’Ue si sono ritrovati per fare il punto della situazione. Solo cinque stati, Germania, Finlandia, Lussemburgo, Svezia e Olanda, hanno completato il passaggio al digitale. Gli altri ventuno l’hanno avviata ed è in fase più o meno avanzata, tranne la Romania che è in attesa d’un piano per procedere. In Italia, a gennaio erano otto milioni le famiglie in possesso di televisori in grado di ricevere il digitale.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Bladder buy flagyl online slow; carrier reinforces what is flagyl presc [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login