associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
"SICUREZZA E SOSTENIBILITA'DEGLI EDIFICI"
  L'inail ed Ambiente Lavoro 2009: Edifici piu' sicuri.
   
 
 
  In occasione di Ambiente Lavoro (quartiere Fieristico Bologna, dal 10 al 12 giugno), l’INAIL ha organizzato tre convegni di approfondimento su temi focali ai quali interverranno alcuni specialisti di alto livello. I concetti di sicurezza e di sostenibilità degli edifici vengono in genere affrontati separatamente, ma hanno alcuni punti di contatto: l’impiego di materiali ecologici contribuisce infatti alla sicurezza all’interno del cantiere e a creare ambienti in cui non siano presenti sostanze nocive che potrebbero danneggiare la salute dei lavoratori che li utilizzano. - Il convegno "Luogo di lavoro e ambiente - Gli uffici sostenibili!" intende analizzare gli accorgimenti necessari per migliorare il comfort degli uffici, favorire il risparmio energetico e la sostenibilità degli edifici avvalendosi di alcuni esperti qualificati: gli architetti Dante Benini e Mario Cucinella, fautori dell’approccio sostenibile; Mario Teora, amministratore delegato di Ove Arup Italia, considerato tra i più importanti studi d’ingegneria a livello mondiale; Gianluca Salvatori, esperto del Green Building Council Italia, società di certificazione ecologica; Anna Magrini, ordinario all’Università di Pavia ed esperta di indoor quality; Pietro Torretta, presidente dell’UNI, Ente Nazionale Italiano di Unificazione; Miranda Prestipino, coordinatrice generale della consulenza tecnica per l’edilizia, e Michele Meschino, esperti INAIL. - Lingue e culture diverse, che si incrociano in un unico cantiere, possono mettere a repentaglio la salute dei lavoratori. Per garantire la sicurezza è necessario approntare strategie comunicative creative che permettano lo scambio delle informazioni con chiarezza, univocità e immediatezza. Il convegno "La sicurezza nel cantiere multietnico - Diritti e doveri perl’integrazione" vedrà la partecipazione di: Marco Stancati e Domenico De Masi, esperti di comunicazione; Daniele Verdesca, direttore Formedil, e Vittorio Cassani dell’università La Sapienza di Roma, che analizzeranno l’aspetto della formazione; Giuseppe Mauriello,direttore del Comitato paritetico territoriale per l’edilizia di Benevento e Arie Gottfried, ordinario del Politecnico di Milano, che affronteranno le problematiche di comunicazione nel cantiere multietnico; Luigi Matarese, direttore INAIL Regione Campania, Giuseppe Cardoselli, coordinatore del settore II della CTE e Giuseppe Paradies, coordinatore della CTEr Puglia, che daranno il loro contributo in qualità di esperti INAIL. Gli incidenti domestici in Italia sono oltre 3 milioni l’anno: il dato indica la casa come una fonte di rischio non trascurabile. Oltre alle insidie derivanti dall’uso ordinario, gli edifici sono fonte di pericolo per coloro che vi compiono lavori di manutenzione e di ristrutturazione. Al convegno "Gli incidenti domestici: il cantiere di casa tua" parteciperanno alcuni tra i più qualificati esperti del settore: Francesco Denunzio, responsabile comunicazione ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Di Condominio Italiani), Federica Rossi Gasparrini, presidente nazionale DonnEuropee Federcasalinghe; Arie Gottfried ordinario del Politecnico di Milano, esperto in ergonomia e sicurezza; Ezio Santini dell’università La Sapienza di Roma, esperto nel settore della sicurezza elettrica; Annalisa Morini, ricercatrice presso il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), esperto in edilizia per gli anziani e Francesco Orofino, esperto di domotica; Ruggero Lensi, direttore tecnico UNI; Franco D’Amico coordinatore generale della consulenza statistico attuariale INAIL e Biagio Saldutto dell’area ricerca e sperimentazione del Centro Protesi INAIL di Vigorso.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Non-union buy levitra online scrotum, doctor's unfaithful, suppresses place, Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login