associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Un quarto del mondo è in digitale
  Solo in Italia, però, manca la neutralità tecnologica
   
 
 
  Il tasso di crescita della diffusione della televisione digitale nel mondo nel 2008 è risultato del 25%. Cambia però la percentuale a seconda delle aree geografiche. Negli Stati Uniti, il 75% delle famiglie è digitalizzato. In Europa le percentuali variano a seconda dei paesi. In Gran Bretagna lo è il 91%. In Francia e in Spagna, la diffusione è rispettivamente del 77% e del 74%. In Italia, dove è in atto l’attuale fase di switch-over a esclusione della sola Sardegna dove è già avvenuto lo switch-off, i dati sono differenziati. La realtà italiana prevede però che, a differenza che nel resto del mondo, la tecnologia non sia neutrale. Altrove, invece, si punta alla neutralità tecnologica, cioè al principio per il quale un formato deve affermarsi senza condizionamenti legislativi, consentendo al digitale terrestre di competere con il digitale satellitare, quello via cavo e su Iptv.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
S cheapest cialis dosage 20mg price anteromedial cialis 20 desferrioxamine [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login