associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Gli svizzeri non pagano le multe ricevute in Italia
  La somma complessiva è di un milione e quattrocentomila euro
   
 
 
  «Da inizio 2008, ben 85.000 automobilisti svizzeri sono debitori di 1,4 milioni di euro per pedaggi non pagati in Italia. La Società Autostrade, per incassare quei soldi, ha incaricato una società svizzera specializzata nel recupero crediti». Lo rileva il giornalista Beppe Severgnini, in un suo articolo sul Corriere della Sera, menzionando un lettore di Zurigo, Dino Nardi. Severgnini ha approfondito la questione, rilevando che, secondo il Touring Club svizzero, l’ingente somma scaturisce da carte di credito scadute, mancanza di contante e passaggi indebiti nella corsia Telepass. Severgnini cita la conclusione amara della lettera del signor Nardi: «Evidentemente gli automobilisti svizzeri (compresi noi stranieri che qui abitiamo), in genere disciplinati e ossequiosi del codice della strada, non prendono seriamente l’Italia e le sue leggi. Confidano nella trasandatezza dell’applicazione. Se ciò accadesse a parti invertite, altro che impunità: farsi individuare in Svizzera, anche dopo anni, dalle autorità di polizia (magari in un controllo o un pernottamento) significa pagare caro, molto caro, il mancato pagamento di una multa, o altro. Provare per credere!».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
B levitra online changes, electrocoagulation, architecture purchase levitra [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login