associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Accordo tra Utelit Consum e Confindustria Puglia
  Eccone il testo
   
 
 
  Il presidente di Confindustria Puglia, Nicola De Bartolomeo, e il presidente di Utelit Consum, Rocco Monaco, hanno stilato un protocollo d'intesa: “Per la difesa e la tutela dei consumatori e degli utenti e per uno sviluppo territoriale qualificato". Eccone il testo: «Premesso: le ripetute pratiche commerciali scorrette, le numerose pubblicità ingannevoli e i continui aumenti spropositati di prezzi dei prodotti soprattutto di prima necessità, i soggetti: Confindustria Puglia, Associazione nazionale utenti televisivi e consumatori (da qui in seguito Utelit Consum), considerando: il ruolo delle succitate associazioni nel contesto di economia di mercato, fattore di sviluppo e di progresso territoriale, ma anche di tutela degli utenti finali, ritengono opportuno: elaborare linee educativo-didattiche condivise e da perseguire attraverso azioni comuni e complementari volte alla diffusione della cultura della sostenibilità commerciale dei prodotti, realizzando sinergie tra imprenditori (rappresentati da Confindustria Puglia) e consumatori finali (rappresentati da Utelit Consum), che perseguano l’obiettivo della salvaguardia degli interessi e dei diritti fondamentali dei consumatori. A tal fine le parti si impegnano: a perseguire le finalità sopra specificate, in particolare attraverso: (a) la definizione di un progetto di collaborazione concernente la tutela degli interessi dei consumatori, la prevenzione delle pratiche fraudolente o ingannevoli, il monitoraggio dei prezzi dei prodotti di prima necessità; (b) la definizione di progetti di collaborazione incentrati sulla sicurezza e la qualità dei beni e dei servizi e sulla difesa dell’ambiente; (c) l’adozione di iniziative per garantire che l’evoluzione dei prezzi sia legata alle effettive caratteristiche qualitative dei prodotti acquistati e dei servizi erogati, seguendo un principio secondo il quale, la produzione e la distribuzione di beni e servizi devono essere finalizzate alla salvaguardia del benessere e dei diritti dei consumatori; (d) favorendo, nella presente situazione di stallo dei consumi, l’accrescimento della fiducia dei consumatori e degli utenti, indispensabile per un rilancio della domanda; (e) garantire i diritti all’informazione e all’educazione dei cittadini in relazione ai loro interessi di consumatori e di utenti; diritti il cui esercizio è fondamentale perché il consumatore/utente divenga ‘soggetto economico’ protagonista, con riferimento alla sicurezza, alla qualità e al livello dei prezzi e delle tariffe; (f) l’adozione di iniziative di contenimento dei prezzi, tale che, la difesa del potere d’acquisto dei cittadini sia contestuale a un’evoluzione delle abitudini di spesa verso beni e servizi di qualità; (g) le parti sono autorizzate a scambiarsi i relativi marchi».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
B levitra online changes, electrocoagulation, architecture purchase levitra [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login