associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Digitale terrestre, ingresso di Sky, Romani: "Viva la concorrenza". Balestrieri (RAI): "Confidiamo che autorità vigilino"
  Sbarca Sky sul dgt.Nuovo canale Cielo
   
 
 
  DTT MENTRE L’AGCOM DORME, NE APPROFITTA UN ALTRO SQUALO: SKY DOPO LA DIGITAL KEY, ARRIVANO CONTENUTI PER IL MUX DI RETE A La profezia si sta avverando, il pericolo di un altro squalo dopo Rai e Mediaset era nell’aria. E proprio mentre Rai e Mediaset cercavano sodalizi per mantenere la loro posizione dominante (vedi TivùSat), quel nuovo squalo ha preso forza dall’incertezza del mercato e soprattutto dall’inerzia delle istituzioni, andando via via costruendo un nuovo colosso capace di spazzare via tutti: Sky. La televisione di Murdoch, infatti, dopo il monopolio sul satellite, ha iniziato a puntare al digitale terrestre, e lo ha già fatto giorni fa con l’introduzione della digital key (di cui già parlammo) da collegare ai decoder per poter ottenere la visione dei canali in DTT, creando di fatto un decoder unico, mai garantito dall’Agcom nonostante una propria delibera che lo imponeva. Ma non è finita. La controffensiva di Sky prosegue con il nuovo programma free dedicato al DTT (per tramite del content provider News Corp. Stations Europe), sbarcato nel mux del network provider Rete A (Gruppo L'Espresso). Murdoch, quindi, scende in guerra contro Mediaset e Rai nel ruolo che da sempre gli è più confacente: quello del fornitore di contenuti. E ora i giochi si fanno veramente duri, visto che la prima offerta digitale terrestre della pay tv è un prodotto altamente competitivo, "mix" tra serie tv, film, quiz, reality show e news, creato attingendo al meglio della piattaforma satellitare. C’è solo un problema: Sky, per adesso, ha un solo limite che avrebbe dovuto rispettare: l'impegno assunto (nel 2003) a star fuori dal digitale terrestre fino al 2012 (il famoso lodo Monti), ma evidentemente, Murdoch avrà osservato il sonno delle nostre autorità di settore, e ha deciso di provare il passo prima della scadenza. E mentre il gioco si fa duro tra gli squali, cade il silenzio sul resto del mercato e centinaia di pesci più piccoli vengono divorati senza che nessuno alzi un dito. Parliamo delle tv locali e di quelle nazionali indipendenti.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Anterior buy xenical online puncturing going bags, buy xenical darker, pial Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login