associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
DTT: PROSEGUE IL CAMMINO DELLO SWITCH OFF
  CONTO ALLA ROVESCIA PER IL LAZIO, ECCO IL CALENDARIO
   
 
 
  nel processo di digitalizzazione della televisione italiana che verrà completato entro il 2012. Il passaggio al digitale avverrà per micro-aree nei seguenti giorni: al sabato (esclusi i festivi), dalle 8.00 alle 20.00. 16 Novembre: città di Roma e provincia; 17-18 Novembre: città di Latina e zona Pontina; 9 -21 Novembre: città di Frosinone e provincia; 23-24 Novembre: città di Rieti e provincia; 25-30 Novembre: provincia di Latina e isole ponziane. A pochi giorni allo switch off e, secondo gli ultimi dati rilevati da Makno, la penetrazione del digitale terrestre nelle famiglie laziali è dell’80% che, sommata al digitale satellitare e all’IPTV, supera il 90%. In crescita, inoltre, la presenza dei ricevitori sul secondo e terzo televisore all’interno delle abitazioni. Per quanto riguarda l’informazione sul passaggio, oltre il 95% degli intervistati è a conoscenza del prossimo switch off, e più del 70% ne ricorda con precisione le date. Alla fine pare che si è trovata la quadratura del cerchio relativa alle frequenze, le quali, soprattutto nella città di Roma, si temeva essere insufficienti a soddisfare le richieste di tutti gli operatori. Ora la palla passa ai tecnici. La popolazione coinvolta, precisamente 4.500.000 persone, di cui 2.700.000 nella sola provincia di Roma, potrà rivolgersi al numero verde 800.022.000 messo a disposizione dal MSE-Com (http://www.decoder.comunicazioni.it/) che offre tutte le informazioni. È completamente gratuito ed è attivo dal lunedì
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
This northwest pharmacy canada structures: patency fract [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login