associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
In preoccupante aumento il fenomeno dei taxi abusivi a Milano
  Utelit Consum Lombardia interviene sull'annoso tema del trasporto pubblico
   
 
 
  Continua ad essere ancora oggetto di attenzione di Utelit Consum. Lombardia il servizio di taxi nella città di Milano. Prosegue, infatti, nonostante gli interventi delle forze dell’Ordine e il comprensibile malcontento dei regolari, l’attività dei tassisti abusivi. I principali punti nevralgici della città, dagli aeroporti di Malpensa a Linate sino alla Stazione Centrale sono caratterizzati dalla presenza di esercenti l’attività di trasporto senza l’apposita licenza comunale. A questi luoghi tradizionali si aggiungerebbero adesso, quelli della Movida notturna milanese. Le auto utilizzate assolutamente non riconoscibili, praticano tariffe incontrollabili. A molto probabili oscillazioni verso l’alto in presenza di turisti stranieri, si affiancano tariffe in parte concorrenziali rispetto a quelle praticate dai “regolari”. Ovviamente non è questa la concorrenzialità e la regolazione del mercato in grado di adeguatamente tutelare i consumatori. Tali risultati che devono necessariamente essere raggiunti nel rispetto della legge. E’ auspicabile un intervento costante volto alla dissuasione di tali pratiche commerciali scorrette. D’altronde, le tariffe dei taxi regolari non accennano a diminuire. Anzi, è di pochi giorni or sono, la notizia dell’approvazione dei nuovi piani tariffari da parte del Comune. E’ sotto gli occhi di tutti la difficile governabilità del fenomeno nel nostro paese: illegalità degli abusivi, schieramento compatto a corporativistica difesa degli interventi della categoria che fermamente si oppone ad ogni concessione di nuove licenze, non portano ad alcun livellamento verso il basso delle tariffe. Anzi. Il taxi rimane, un mezzo di trasporto di ridotta fruibilità collettiva. Le politiche di riduzione e razionalizzazione del traffico anche al fine di ridurre le percentuali di inquinamento atmosferico, ormai fisiologicamente assestate ben oltre i limiti di legge, passano necessariamente da un miglior coordinamento delle forme di trasporto pubblico ivi compresi il servizio taxi. Una sua maggiore fruibilità collettiva gioverebbe ancor di più alla riduzione del numero delle auto in circolazione in città. L’aumento delle licenze, limitando o subordinando tale concessione all’applicazione da parte dei nuovi licenziatari di tariffe maggiormente concorrenziali, senza intaccare lo status quo anche in punto tariffario dei licenziatari attuali, potrebbe favorire una parziale trasformazione del trasporto via taxi in un’ottica di maggiore fruibilità collettiva. Utelit Consum Lombardia
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Options lowest cost cialis exsanguinate while speeds prednisolone equipm [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login