associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Metro Milano e barriere architettoniche
  Utelit Consum Lombardia denuncia
   
 
 
  Continuano i disagi arrecati agli utenti dalla Metropolitana Milanese. Un annoso problema riguarda l’accesso alle stazioni della metropolitana, molte delle quali off-limits per disabili e mamme con passeggino. L’icona di tale situazione é la stazione di Bussero sulla linea 2 (verde). L’accesso alla stazione é unico e consta di un’unica ripida rampa di scale. Anziani, disabili, mamme con passeggino o più semplicemente persone che rechino con sé valigie o altri carichi incontrano immani difficoltà non solo per accedere all’atrio della stazione ma anche per recarsi sulla banchina direzione Gessate alla quale si accede per il tramite di due scalinate. E’ solo la punta dell’iceberg dato che la situazione non é migliore nelle altre stazioni. Il problema, come detto, é annoso ma, nonostante le lamentele della clientela, ATM non sembra ad oggi aver fornito risposte convincenti su come risolverlo. Non dimentichiamo, peraltro, che il servizio offerto da ATM non é a buon mercato dato che, tanto per fare un esempio, un abbonamento integrato (periferia + rete urbana) di Area Media (quella che sempre per il nostro esempio interessa chi sale e scende a Bussero) costa ben € 64,50 mensili. Utelit vuole dare finalmente voce ad un esercito silenzioso di persone le cui istanze annegano nel mare dell’indifferenza e sposare la loro battaglia per una metropolitana a misura d’uomo e fruibile da parte di tutti, una battaglia di legalità e di umanità. Invitiamo i cittadini a segnalare tutti i disservizi quotidianamente subiti ad Utelit.Consum che se ne farà portavoce nelle sedi competenti.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Caution salbutamol inhaler buy online insertions, ellipse, good, roles; vent [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login