associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Utelit Consum Lombardia denuncia l’elevato costo degli asili nido e chiede interventi in favore delle famiglie
 
   
 
 
  La Seconda relazione sociale della Provincia di Milano - assessorato alle Politiche sociali – ha rivelato che a Milano e provincia la retta mensile arriva a costare anche 760 euro al mese. Secondo i dati raccolti, il nido più caro si trova a Cernusco sul Naviglio, nel Milanese dove appunto si arriva a chiedere 760 euro mentre a Milano le tariffe mensili medie arrivano a 447 euro. L’eccezione é rappresentata da Legnano, con rette da 30 euro al mese. In Lombardia il 54,7% dei Comuni ha un nido comunale. La sola Provincia di Milano, tra pubblico e privato, dispone di 26mila posti: i nidi pubblici coprono l’11% della domanda potenziale, mentre in città il 60% dei posti disponibili è offerto da privati. Pochi gli aiuti: nel 2008 mille e cinquecento famiglie di Milano e provincia hanno ricevuto buoni asilo o voucher. Altro problema sono le liste d’attesa. Grave, in alcuni casi, la situazione 67,1% a Cinisello, 33,1% a Sesto, 24,5% a Garbagnate, 17,6% a Magenta le famiglie e i bambini in fila per un posto. A Milano, invece, la lista d’attesa tocca il 13,6%. Una percentuale al di sotto della media provinciale che arriva al 18,2%. Nei nidi-famiglia, infine, i posti disponibili nella provincia di Milano sono 546.Utelit Consum, associazione sempre al fianco delle famiglie soprattutto in questo delicato momento, così commenta: “Questi dati sono semplicemente inaccettabili. Somme come quelle richieste per gli asili nido sono insostenibili e costituiscono, in pratica, una seconda rata di mutuo che grava sul già precario bilancio mensile di migliaia di famiglie. Altrettanto grave é il problema della carenza di nidi pubblici. Il Governo, di concerto con le Amministrazioni locali, studi ed attui con urgenza provvedimenti che alleggeriscano tale fardello sia in termini di sostegno economico sia in termini di disponibilità di nidi pubblici”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Sometimes generic cialis defence, cialis 5 mg coupon screen-detected intent self- [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login