associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Prodi rap non piace all'Unione
  Accusa di vilipendio al Tg2. La Casa delle Libertà: bigotti
   
 
 
  2 Ottobre - Indignazione nell'Unione dopo che il Tg2 ha mandato in onda, nell'edizione delle 13 del 29 settembre, un video montato come una canzone rap del discorso del primo ministro Romano Prodi. Una lettera al Consiglio di Amministrazione della Rai firmata dai parlamentari Giorgio Merlo della Margherita che è vicepresidente della Commissione di Vigilanza, Gennaro Migliore che è capogruppo di Rifondazione comunista alla Camera, Loredana De Petris dei Verdi che è segretario della Presidenza del Senato, Esterino Montino che è componente dei Ds in Commissione di Vigilanza, rileva: «È gravissimo che un telegiornale del servizio pubblico, in una delle edizioni di punta della sua programmazione, abbia dato spazio ad un video del genere. Non è accettabile che di alcune delle maggiori cariche della Repubblica, dal premier al vicepremier, al presidente della Camera, come anche dell'Aula parlamentare, sia stata data un'immagine comica che nulla aveva a che vedere con un momento come quello del dibattito parlamentare su Telecom, dall'alto valore politico e istituzionale». I parlamentari dell'Unione chiedono di valutare eventuali provevdimenti disciplinari a carico del Tg2, ravvisando il reato di vilipendio delle istituzioni. Di tutt'altro avviso la Casa delle Libertà, che per bocca dei parlamentari Isabella Bartolini, Marco Taradash e Francesco Storace, che è componente della commissione di vigilanza della Rai, minimizza il caso e accusa l'Unione d'una reazione «bigotta».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Decompression buy zithromax bread reducing arch, diversions positive Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login