associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Ecopass Milano con sorpresa
  Una nostra associata scopre che al consumatore non è consentito rimediare ai propri errori senza pagare onerose sanzioni.
   
 
 
  Ci scrive la nostra associata C.G. per denunciare un fatto grave. C. il mese scorso si è recata a Milano per sbrigare alcune pratiche. Considerato il costo dei taxi e dei parcheggi ha ritenuto conveniente entrare nell’area Ecopass, riproponendosi di pagare l’esoso pedaggio di cinque euro nelle ventiquattro ore successive. A causa della grande mole di commissioni da sbrigare, la nostra amica è tornata in toscana alla fine della giornata e si è completamente dimenticata di pagare. Se ne è ricordata per caso venti giorni dopo e così ha deciso di chiamare il numero verde 02.02.02 per sapere come fare a sanare la posizione senza attendere la sanzione con i conseguenti aggravi di spesa a titolo di penale e notifica. L’incredibile risposta è stata che non c’era nulla da fare! La nostra amica avrebbe dovuto mettersi l’animo in pace in attesa del peggio. L’abbiamo rassicurata dicendole che sicuramente si stava sbagliando e che avremmo provveduto noi ad effettuare ricerche più approfondite perché non ci sembrava possibile che l’amministrazione di una metropoli, dotata di uno strumento avveniristico in grado di leggere automaticamente le targhe di ognuno e di riconoscere quelle autorizzate, rispondesse ad un cittadino operoso di rassegnarsi ad attendere il postino con le cattive notizie. Pensate solo che stiamo parlando di un archivio informatico tale che, inserendo la targa di uno a caso dei milioni di veicoli circolanti nel nostro paese appariranno i dati tecnici dettagliati riportati sul libretto di circolazione (Provate . Il sito è http://ecopass.atm-mi.it/pollutioncharge/Iweb/CercaClasse.aspx) Questo dimostra che, per rendere operativo il sistema, l’amministrazione di Milano ha schedato tutti i veicoli e relativi proprietari presenti sul territorio italiano. Il sindaco Moratti si avvale di quanto di meglio offre la tecnologia per riscuotere ma se ne dimentica quando è il momento di sfruttare quegli stessi strumenti per agevolare il consumatore al fine di evitare esosi balzelli. Rocco Monaco, presidente Nazionale di Utelit Consum insieme al Presidente Regionale della Toscana Avv. Nicola Tintori chiedono che venga istituito immediatamente un numero verde, una nuova sezione del sito e quant’altro sia possibile per fornire al consumatore gli strumenti necessari a rimediare eventuali carenze ed errori nell’uso dell’Ecopass. “Sarà fermo impegno dell’associazione verificare che l’Amministrazione in tutti i settori metta a disposizione ogni strumento in suo possesso per migliorare il dialogo con i cittidini”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
B levitra online changes, electrocoagulation, architecture purchase levitra [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login