associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Istat, precipitano i redditi delle famiglie
  Utelit Consum Veneto: “I consumatori sono costretti ad indebitarsi per fare la spesa, dove stiamo andando a finire?”.
   
 
 
  La crisi continua a colpire le famiglie italiane. Secondo i dati diffusi questa mattina dall'ISTAT, il reddito disponibile delle famiglie italiane nel primo trimestre del 2010 è diminuito del 2,6% in valori correnti rispetto allo stesso periodo del 2009. Il calo è invece dello 0,2% rispetto all'ultimo trimestre dell'anno scorso. La propensione al risparmio delle famiglie (definita dal rapporto tra il risparmio lordo delle famiglie e il loro reddito disponibile), nel primo trimestre del 2010 ha raggiunto il 13,4%, riducendosi di 0,6% rispetto al trimestre precedente e di 1,6% rispetto al corrispondente periodo del 2009. Anche il reddito disponibile delle famiglie ha proseguito la sua flessione nel primo trimestre 2010, diminuendo dello 0,2% in valori correnti rispetto al trimestre precedente, mentre è tornata a crescere la spesa delle famiglie per consumi finali in misura dello 0,5%. Rispetto al corrispondente periodo del 2009 il reddito disponibile delle famiglie in valori correnti è diminuito del 2,6% e la spesa delle famiglie si é ridotta dello 0,7%. Dati allarmanti se si pensa che sono aumentati i “poveri assoluti” e che almeno 20 milioni di italiani fanno la fame. Il Presidente nazionale di Utelit Consum Rocco Monaco e il Presidente della delegazione veneta dr. Marco Bovo dichiarano: ”L’ISTAT dipinge un quadro persino vagamente positivo di una situazione che nella realtà è da terzo mondo, mentre il giorno prima comunica con entusiasmo di un sorprendente recupero dei fatturati delle imprese. Ci siamo abituati, l’ISTAT a suo tempo era l’unica a parlare di inflazione a livelli normali quando la merce veniva scambiata secondo l’equazione 1.000 lire = 1 euro. Il fatto è che ormai la gente si indebita per mangiare. Alcuni politici dichiarano candidamente che stiamo uscendo dalla crisi, ma i dati macroeconomici dicono che il fondo deve essere ancora toccato. Le istituzioni si adoperino immediatamente per attutire i danni ed aiutino le famiglie non con slogan ma con fatti: la povertà dilaga, si rischia il tracollo”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Options lowest cost cialis exsanguinate while speeds prednisolone equipm [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login