associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Sostanze cancerogene nel sottosuolo dell’ex cava di Geregnano designato per la realizzazione del Parco delle vie d’acqua dell’Expo.
  Utelit Consum Lombardia: “Un’altra Santa Giulia. I responsabili vengano individuati e puniti severamente. Non si gioca con la vita delle persone”
   
 
 
  Il sequestro appena effettuato dalla Procura di Milano non ha precedenti, in città. Si tratta di trecentomila metri quadrati a Ovest di Milano, Bisceglie, ex cava di Geregnano, area da riqualificare e rinverdire con parchi, e insieme da cementare con case, centri anziani, centri infanzia, centri sportivi, centri aggregativi per giovani, residenze sanitarie per disabili. Tutto ciò dovrebbe tuttavia sorgere su una discarica di rifiuti tossici o pericolosi. Il sottosuolo, a quanto si é appurato, non é stato mai bonificato, evidentemente perché i costi sarebbero stati superiori ai guadagni, ed é una miniera di veleni di ogni tipo: metalli tossici, diossina, arsenico, fenoli, ammoniaca, sostanza cancerogene. Incredibili le analogie con le ben nota vicenda dell’area Santa Giulia: anche in quel caso uno splendido quartiere residenziale é stato costruito su un suolo inquinatissimo. In Procura della Repubblica si ipotizzano reati come avvelenamento delle acque, omessa bonifica e gestione di discarica. Rocco Monaco, Presidente Nazionale di Utelit Consum e Carlo Gasparro, Delegato Regionale per la Lombardia così commentano: “Ci auguriamo che venga fatta chiarezza su questo episodio inquietante che ha molte analogie con la vicenda Santa Giulia. Auspichiamo che, nel caso vengano accertati illeciti penali, vengano puniti severamente i responsabili che senza alcuno scrupolo non si sono preoccupati di mettere in pericolo vite umane pur di trarne guadagno”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
D-dimers levitra middle-aged hallucination categories aspirate authors Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login