associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Assicurazioni. Truffe, rincari e disdette per vaste aree del Sud
  A Taranto assistiamo ad un aumento della sinistrosità stradale pari all’11%, mentre la media nazionale si attesta attorno al 6,6%
   
 
 
  La liberalizzazione del settore e la relativa maggiore concorrenzialità delle agenzie assicurative introdotta dal famoso Decreto Bersani si è di fatto arenata nel pantano delle riforme mai avviate da questo Governo. Le liberalizzazioni sono scivolate via dall’agenda politica di questo Governo e il risultato pesa solo nelle tasche degli italiani. Nella provincia di Taranto si registra, così, il record negativo di un aumento tariffario medio delle prestazioni assicurative obbligatorie di circa il 25%. Un peso che ricade sulle famiglie con variabili che vanno dal 7 al 10 per cento. In un territorio in forte crisi produttiva ed occupazionale sarebbe il caso di lavorare per far rispettare le regole introdotte dall’Unione Europea in tema di stabilità del sistema assicurativo e per tutelare il consumatore. Sappiamo che nel corso del 2011 in tutta Italia – ha commentato Rocco Monaco - è previsto un ulteriore aumento medio del 18 per cento e che nella maggior parte dei casi, Taranto compresa, a fronte dell’aumento tariffario medio non ha corrisposto un reale aumento delle prestazioni e dei servizi resi. Sappiamo anche che l’ISVAP (l’Istituto per la Vigilanza e le Assicurazioni Private e di interesse collettivo) ha elaborato un pacchetto organico di proposte segnalate al Governo e al Parlamento, senza però ottenere nessun tipo di azione consequenziale”. Una situazione sconfortante che al Sud e in città o territori come quelli della provincia di Taranto assume connotati ancora più bui. Nella nostra provincia – dice Monaco – assistiamo ad un aumento della sinistrosità stradale pari all’11%, mentre la media nazionale si attesta attorno al 6,6%. Aumentano anche i costi medio.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Caution salbutamol inhaler buy online insertions, ellipse, good, roles; vent [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login