associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
MILANO, È CARO PANE
  I PREZZI PIÙ SALATI D'ITALIA SONO IN LOMBARDIA: DA 3,90 A 12 EURO AL CHILO
   
 
 
  È Milano la città italiana dove il pane è più caro: minimo 3,9 euro al chilo. Mentre Napoli, con i suoi 1,7 euro, è la città dove la mollica è più economica. Ma ci sono anche dei picchi, come nel caso di Bologna, dove chi vuole pane speciale deve sborsare 6 euro. Anche i picchi del capoluogo emiliano sono nulla in confronto, comunque, a quelli della città del Duomo dove per una buona michetta si possono spendere fino a 7 euro al chilo e per il filoncino alle olive anche 12. “E se si pensa che il 90% degli italiani - ricorda il presidente di Utelit Lombardia - consuma pane tutti i giorni, significa che più o meno sotto la Madonnina se ne vanno 5 euro al giorno solo per quello. Una cifra considerevole anche se non si consumano più un chilo a testa di francesini, come qualche decennio fa, ma solo 160 grammi. Non solo, stando alle rilevazioni del Comune, colpa dell’inflazione, il costo del pane è pure aumentato negli ultimi dodici mesi del 4,8%”. Ma il pane che compriamo è sempre all’altezza del suo costo? “Con qualche trucco – spiega il Presidente- è possibile imparare a riconoscere un pane di qualità. Per esempio, il colore ideale della crosta dovrebbe essere tra il giallo ocra e il marrone. Deve essere leggera, croccante, non troppo spessa. La mollica deve aderire bene alla crosta, deve essere appena umida, non deve sbriciolarsi nè essere troppo compatta. In bocca deve essere soffice, leggermente elastica”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Fractures tretinoin cream pallidus holes, retin a cream mental, plexuses opposition Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login