associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Atto d'indirizzo sui diritti fondamentali della persona
  Pubblicità e minori: sanzioni a Italia 1 e Retequattro
   
 
 
  La Commissione Servizi e Prodotti dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduta da Corrado Calabrò, ha sanzionato Italia 1 e Retequattro per complessivi 625.000 euro. Ciò per le ripetute violazioni, rilevate fino al settembre scorso, delle norme sulle interruzioni pubblicitarie durante i film. Per la violazione delle norme in materia di tutela dei minori, è stata sanzionata per 25.000 euro Italia 1 per aver trasmesso il cartone animato «I Griffin», caratterizzato da espressioni volgari e turpiloquio. Anche la Rai è stata diffidata per aver diffuso pubblicità con gli stessi personaggi dei cartoni animati in fase di trasmissione. La Commissione ha poi adottato un atto d’indirizzo sul rispetto dei diritti fondamentali della persona, della dignità personale e del corretto sviluppo fisico, psichico e morale e dei minori nei programmi di intrattenimento. Rileva una nota: «L'Autorità richiama le emittenti pubbliche e private e i fornitori di contenuti a rispettare i principi fondamentali del sistema radiotelevisivo posti a garanzia degli utenti, con specifico riguardo all'armonico sviluppo dei minori e alla dignità e ai diritti fondamentali della persona, tra i quali il rispetto dei sentimenti religiosi. L'Autorità, ritenendo che anche i programmi di intrattenimento debbano essere improntati ai principi di responsabilità sociale, rispetto delle opinioni degli utenti, che caratterizzano obbligatoriamente i programmi di informazione, anche sulla base delle recenti segnalazioni pervenute dal Comitato per la applicazione del Codice Tv e minori, richiama le emittenti e i fornitori di contenuti a evitare il ricorso a volgarità gratuite, turpiloquio, rappresentazione di violenza fisica e verbale, allusioni o rappresentazioni di natura sessuale tali da offendere la dignità umana o la sensibilità dei minori. L'Agcom invita ad adottare cautele rafforzate nel corso delle trasmissioni in diretta e a valutare, nella predisposizione della scaletta e nella scelta degli ospiti, i rischi potenziali di violazione delle norme di correttezza».
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Usually buy lasix online injustice cortisol, lasix on line scope; hypokalaemia force < [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login