associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
TRIBUTI ITALIA, SERVE PIU' CONTROLLO
  Utelit Lombardia: “Gli interessi dovrebbero essere stabiliti per decreto, assicurando il controllo dell’operato di questi Enti”
   
 
 
  La vicenda relativa a Tributi Italia, la società che doveva riscuotere le tasse per conto dei comuni, ma che in realtà aveva finito soltanto per arricchire il suo amministratore delegato, Giuseppe Saggese, ha fatto indignare ancora di più gli italiani: fa rabbia scoprire come vengono utilizzati i tributi pagati onestamente e a costo di grandi sacrifici, possibile che nessuno abbia vigilato? “Questo fatto – ha dichiarato il Presidente di Utelit Lombardia - la futura interruzione delle riscossioni di Equitalia in diversi comuni del paese impongono un nuovo modo di riscuotere le tasse locali. Il pessimo rapporto tra le società incaricate e i contribuenti può migliorare, a patto che si definiscano in maniera chiara alcuni dettagli ben precisi. Ad esempio, gli aggi (la percentuale sulle riscossioni che gli esattori possono trattenere a titolo di compenso per il servizio prestato) e gli interessi dovrebbero essere definiti attraverso un apposito decreto ministeriale. Non deve mancare, poi, un codice deontologico, altrimenti si rischia di creare soltanto loschi figuri che sono più attenti ai loro interessi che a quelli del paese. Inoltre, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe controllare con più assiduità l’operato degli enti di riscossione, finora troppo liberi di agire. Non bisognerebbe, poi, dimenticare i controlli delle gare di appalto per l’assegnazione del servizio di riscossione: non è infatti colpa dei contribuenti se le società hanno cambiato continuamente denominazione, vincendo sempre le gare e favorendo i guadagni illeciti dell’ad di Tributi Italia”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Use cialis uk unwell, regimen: water; slightly cables Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login