associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Utelit Puglia: “Attenzione ai banner pubblicitari”
  L’Autorita' ha avviato tre procedimenti per pratiche commerciali scorrette nei confronti delle societa' Neomobile, Tekka Lab e Noatel.
   
 
 
  Nell’era di smartphone e tablet, il nemico si nasconde dietro il banner. Lo sanno tanti consumatori che dopo aver cliccato su alcuni banner, si sono visti decurtare il proprio credito telefonico, avendo attivato inconsapevolmente (non richiedendoli) servizi a pagamento. E’ intervenuta l’Antitrust che ha ordinato lo stop della pratica scorretta. Dopo aver ricevuto numerose segnalazioni, l’Autorita' ha avviato tre procedimenti per pratiche commerciali scorrette nei confronti delle societa' Neomobile, Tekka Lab e Noatel. Gli utenti, navigando in mobilita' su internet, cliccavano su banner o link che apparivano sullo schermo, anche solo per potere proseguire la navigazione, e si trovavano abbonati a servizi dal costo di 5 euro settimanali. Così commenta Utelit Puglia: “Bisogna sospendere questi banner per pratica commerciale scorretta e aumentare i controlli.Secondo le numerose segnalazioni ricevute, i consumatori, navigando in mobilita' su internet, cliccavano su banner o link che apparivano sullo schermo, anche solo per potere proseguire la navigazione, e si trovavano inconsapevolmente abbonati a servizi premium (ad esempio giochi, screen saver, applicazioni, suonerie, concorsi a premi etc.) al costo di 5 euro settimanali, che venivano automaticamente scalati dal credito telefonico. E i fornitori del servizio non davano alcuna indicazione sulle procedure per disattivare gli abbonamenti”.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
A propecia help irritable transversum antibodies, exploration, cooking Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login