associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
Etichette alimentari: nuove normative anche su prodotti ittici
  La questione “etichette alimentari” riguarda indistintamente tutti i consumatori ed è di particolare importanza per la tutela dell’alimentazione e quindi della salute dell’intera comunità. Il dibattito che ha portato alla definizione della nuova normativa
   
 
 
  La questione “etichette alimentari” riguarda indistintamente tutti i consumatori ed è di particolare importanza per la tutela dell’alimentazione e quindi della salute dell’intera comunità. Il dibattito che ha portato alla definizione della nuova normativa è durato diversi anni, interpellando e valutando le esigenze di tutte le parti sociali interessate. La discussione avviata si è concretizzata in un nuovo regolamento che, pur non discostandosi in modo marcato dalla disciplina precedente, introduce alcune novità di rilievo che intendono migliorare chiarezza e trasparenza delle informazioni fornite al consumatore. I principali motivi che hanno portato a questa nuova legislazione sono: 1.La necessità di realizzare una normativa comune a livello europeo, applicata in tutti gli Stati Membri 2.Semplificazione e armonizzazione della struttura normativa 3.Riscontro con le esigenze dei produttori 4.Aumento della tutela e dell’informazione dei consumatori Dal prossimo 13 dicembre cambierà anche l’etichettatura dei prodotti ittici e i consumatori potranno trovare maggiori informazioni sull’origine del prodotto. Oltre all’attuale indicazione del metodo di produzione sarà obbligatorio riportare sull’etichetta sia il nome scientifico del pesce che quello commerciale, l’indicazione dettagliata del luogo di pesca, la categoria degli attrezzi di pesca utilizzati per la cattura e se il prodotto è stato scongelato. Come evidenziano i dati del progetto “Fish Operator”, realizzato dal ministero delle Politiche agricole e dall’Università di Bologna per aiutare le aziende del comparto ittico con la nuova etichettatura, i consumatori preferiscono indicazioni più dettagliate, specie sul piano della tracciabilità della provenienza. La questione “etichette alimentari” riguarda indistintamente tutti i consumatori ed è di particolare importanza per la tutela dell’alimentazione e quindi della salute dell’intera comunità. Il dibattito che ha portato alla definizione della nuova normativa è durato diversi anni, interpellando e valutando le esigenze di tutte le parti sociali interessate. La discussione avviata si è concretizzata in un nuovo regolamento che, pur non discostandosi in modo marcato dalla disciplina precedente, introduce alcune novità di rilievo che intendono migliorare chiarezza e trasparenza delle informazioni fornite al consumatore. I principali motivi che hanno portato a questa nuova legislazione sono: 1.La necessità di realizzare una normativa comune a livello europeo, applicata in tutti gli Stati Membri 2.Semplificazione e armonizzazione della struttura normativa 3.Riscontro con le esigenze dei produttori 4.Aumento della tutela e dell’informazione dei consumatori Dal prossimo 13 dicembre cambierà anche l’etichettatura dei prodotti ittici e i consumatori potranno trovare maggiori informazioni sull’origine del prodotto. Oltre all’attuale indicazione del metodo di produzione sarà obbligatorio riportare sull’etichetta sia il nome scientifico del pesce che quello commerciale, l’indicazione dettagliata del luogo di pesca, la categoria degli attrezzi di pesca utilizzati per la cattura e se il prodotto è stato scongelato. Come evidenziano i dati del progetto “Fish Operator”, realizzato dal ministero delle Politiche agricole e dall’Università di Bologna per aiutare le aziende del comparto ittico con la nuova etichettatura, i consumatori preferiscono indicazioni più dettagliate, specie sul piano della tracciabilità della provenienza.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
Sentences prednisone oxytocin, confirmed unsecured wavy prednisone 5mg granules, [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login