associazione nazionale utenti televisivi e consumatori italiani  

Chi siamo
Dove siamo
Home

Contatti
Aboliamo il canone
Links
NOICONSUT
Archivio
Iniziative
È di un miliardo l'anno in Europa il danno della pirateria satellitare
  In Italia il fenomeno è stato sconfitto, ma se riprendesse farebbe collassare il sistema
   
 
 
  Un miliardo di euro l'anno: è l’ammontare, secondo le stime dell'Associazione europea per la protezione delle opere e dei servizi criptati (Aepoc), il volume d'affari della pirateria satellitare in Europa. La vittoria contro la pirateria, un punto di forza della crescita di Sky, ha consentito più in generale in Italia lo sviluppo del mercato della pay tv. Il fenomeno ha conosciuto forse la sua massima diffusione nel 2001 con l'introduzione del cosiddetto simulcrypt, cioé la possibilità per ogni utente di ricevere le proposte di Stream e Tele+ con lo stesso decoder. In un mercato di circa sei milioni di famiglie con la parabola, gli abbonati alle due pay tv non superavano i due milioni mentre cresceva la diffusione delle smart card pirata. Si calcola che tra il 1998 e il 2001 Tele+ e Stream abbiano accumulato perdite per 2.450 milioni euro (1.366 Tele+ e 1.080 Stream). Una ripresa del fenomeno della pirateria nel mercato italiano, dove nel frattempo sono incrementati gli operatori a pagamento sulle varie piattaforme (satellite, digitale terrestre, Ip-tv, Dvb-h), avrebbe effetti devastanti sia sul mercato della pay-tv che della produzione dei contenuti.
   
 
Vai all'Archivio News | Torna alla Prima Pagina
Leggi i commenti!
The canada pharmacy tiredness; conception exposure talking transformed; online phar [...] Altri commenti
Sondaggi
I partiti e il palinsesto Rai
E' giusto che i partiti politici influenzino il palinsesto Rai?
Sì: la tv pubblica deve riflettere il peso politico dei partiti
No, la Rai deve preferire le professionalità
In parte, servono regole che non escludano le minoranze
Occorre equidistanza dai partiti
Risultati
Osservatorio sulla Tv
Login